Il progetto dell’impianto elettrico dei complessi industriali deve essere affrontato seguendo le caratteristiche fondamentali dell’impianto e le scelte principali che ne definiscono la realizzazione quali ad esempio:
- le norme e i codici applicabili;
- le condizioni ambientali;
- le caratteristiche delle alimentazioni nel punto di consegna;
- i livelli di tensione ed i valori limiti di potenza;
- i livelli delle correnti di cortocircuito massime e minime;
- i criteri base di protezione contro le sovracorrenti e le anomalie di funzionamento;
- i criteri d’automazione;
- le modalità d’esecuzione degli impianti sia all’interno sia all’esterno degli edifici;
- i modi di protezione per impianti di sicurezza;
- i gradi di protezione meccanica;
- le caratteristiche fondamentali delle apparecchiature;
- i livelli d’illuminamento nei vari locali;
- caratteristiche generali che vanno applicate sulla base delle prime informazioni quali:
- tipo d’impianto e sue caratteristiche operative;
- disponibilità d’alimentazione da imprese elettro commerciali;
- dislocazione delle utenze all’interno dell’impianto industriale;
- e richieste particolari del committente.

Sulla base di queste informazioni il progettista può definire lo schema generale unifilare che contiene informazioni come il tipo della struttura di distribuzione, le alimentazioni esterne, la potenza delle macchine principali, le correnti di cortocircuito, le correnti nominali delle condutture e quindi fornire all’installatore dei parametri da seguire per realizzare fisicamente l’impianto elettrico di cui rimane responsabile del buon funzionamento e deve rilasciare una certificazione di conformità.
S.B. Automazioni
impianti elettrici civili ed industriali e di automazione industriale.

Via Mandorli, 58/A
50025 Montespertoli (Fi)
Tel. e Fax 0571/657080
P.Iva 05942070482